Alla Douja d’Or a sorprendere è la Liguria

Grande risultato per Cantinae Lunae di Ortonovo, che si aggiudica ben 6 oscar della celebre manifestazione astigiana

Di Virgilio Pronzati

Sebbene quest’anno i campioni di vino presentati al Concorso Enologico Nazionale Douja d’Or siano stati meno dell’edizione del 2016, il Concorso è e rimane il più importante e autorevole del nostro Paese. Una manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Asti (ideata e realizzata nel 1967 dal presidente di allora Giovanni Borello) e realizzata dalla propria azienda speciale, con la collaborazione tecnica dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino sorta nel 1951 nella stessa città. Da mezzo secolo il Concorso Douja d’Or valorizza e diffonde la produzione vinicola regionale italiana.

Le selezioni dei vini in concorso si sono tenute nei giorni 8, 9 e 10 giugno nel salone dell’Enofila di Asti. In concorso, 863 vini doc e docg, prodotti da 316 aziende di quasi tutta Italia. A valutarne i pregi, otto commissioni composte di quarantotto selezionati assaggiatori Onav che, tramite l’apposita scheda di valutazione, hanno valutato e premiato 299 vini di centosettantacinque aziende, di cui ben 42 con l’Oscar della Douja d’Or. Riconoscimento certamente ambito, poiché il punteggio minimo per assegnarlo è passato da 85 a 87 centesimi, mentre per l’Oscar è rimasta la soglia (già alta) di 90/100.

Grande soddisfazione del Presidente della Camera di Commercio Erminio Goria: “Tra i novanta produttori piemontesi che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 40 sono della provincia di Asti”. Non solo. Dei 44 Oscar della Douja d’Or assegnati, ben 20 sono andati al Piemonte. Ad aprire ufficialmente il Concorso, gli apprezzati interventi del Presidente CCIAA di Asti Erminio Goria, del Presidente Nazionale ONAV Vito Intini e del Direttore ONAV Michele Alessandria. Quest’ultimo, colonna portante dell’ONAV che da anni ne coordina l’attività, è stato premiato come miglior degustatore nel Concorso Internazionale di Bruxelles, ambito riconoscimento che l’ente organizzatore assegna a chi ha partecipato a due edizioni del concorso internazionale.

Nel primo dei tre giorni, di cui la mattina dedicata agli assaggi, i Commissari nel pomeriggio hanno partecipato alla visita guidata della Cantina Giacomo Bologna di Rocchetta Tanaro, una tra le più prestigiose aziende piemontesi. L’indimenticato b, patron della cantina, tra i tanti meriti ha quello di avere portato il Barbera d’Asti nell’arengo dei grandi vini internazionali. I vari assaggi di annate diverse di Barbara d’Asti (Bricco dell’Uccellone e Ai Suma) e di altri da vitigni autoctoni e internazionali, hanno espresso personalità, qualità e armonia.

Se come di consueto la parte del leone è toccata meritatamente al Piemonte, di grande prestigio l’exploit dei vini liguri, che si sono aggiudicati 7 Oscar della d’Douja d’Or, di cui ben 6 della Cantina Lunae di Ortonovo. Un risultato straordinario che trova conferma negli altri 4 Oscar vinti alcuni anni fa dalla stessa azienda. Gli altri Oscar sono così ripartiti: 3 al Veneto, 3 alla Sicilia, 3 alla Sardegna, 2 alla Campania, 2 al Molise, 2 all’Alto Adige, 1 all’Emilia, 1 alla Basilicata. Doverose due parole sull’ospitalità. Ottimale per comodità e confort, nonchè per la professionalità dei suoi dipendenti, l’Hotel Aleramo. Di buon livello le cene e i pranzi nei ristoranti l’Angolo del Beato, La Grotta, Francese e Campanarò.

I Commissari

Ezio Alini, Mario Baralis, Massimo Bellocchia (Presidente), Giuseppe Benotto, Claudio Bo, Federica Bonello, Cesare Boschis, Andrea Bosco, Andrea Briano, Vittorio Camilla, Pierluigi Chiarle, Lorenzo Colombo, Massimiliano Corino, Gianluigi Corona (Presidente), Camillo Cortemiglia, Alberino D’Olimpio, Paolo Fenocchio, Fabio Finazzi (Presidente), Maurizio Forgia

(Presidente), Marco Francini, Enrico Furlan, Fiorenzo Gatti, Enzo Gerbi (Presidente), Giampiero Gerbi, Vincenzo Gerbi (Supervisore), Vito Intini, Lorenzo Marinello, Gabriel Martini, Andrea Mattiello, Mario Menconi, Gennaro Messore (Presidente), Roberto Olivieri, Renzo Pagliarino, Giuseppina Parpinello (Presidente), Maurizio Petrozziello, Stefano Pia, Pasquale Porcelli, Virgilio Pronzati,MarioRedoglia(Presidente), Marco Rissone, Mattia Roà, Giancarlo Scaglione, Sergio Scarvaci, Immacolata Serra, Ico Turra, Luca Veglio, Antonio Vezza, Filippo Zaffarana.

Supercommissione (Riassaggi Oscar Douja)

Michele Alessandria, Mario Baralis, Andrea Briano, Lorenzo Colombo, Gianluigi Corona, Maurizio Forgia, Giampiero Gerbi, Vincenzo Gerbi, Lorenzo Marinello, Maria Redoglia, Marco Rissone.

Per vedere tutti i vini premiati, cliccare su http://www.doujador.it/tutti-i-vini- premiati-2017/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *